La ragazza del mare

Posted by

La ragazza del mare

Lingua Italiana!



La ragazza del mare



Descrizione del libro

Attraversare a nuoto il Canale della Manica è come scalare l’Everest. In quei trenta chilometri infuria incessante la battaglia tra il Mare del Nord e l’Atlantico, e il nuotatore che voglia rischiare l’impresa deve fare i conti con maree imprevedibili, correnti impetuose, acque gelide e condizioni atmosferiche mutevoli e infide. Trudy Ederle è stata la prima donna a compiere la traversata, nell’agosto del 1926, quando solo cinque uomini erano riusciti a vincere quel tratto di oceano. Lo ha fatto anticipando di oltre due ore il primato maschile e portando definitivamente alla ribalta il crawl americano, oggi lo stile libero conosciuto da tutti; lo ha fatto a poco più di vent’anni dal naufragio del General Slocum, la nave in cui centinaia di donne morirono a pochi metri dalla costa di New York, perché nessuna di loro sapeva nuotare; lo ha fatto a dispetto della sordità che l’accompagnava fin da bambina, e che ha sempre ostacolato il rapporto con gli altri. Lo ha fatto, infine, nonostante le sconfitte e le avversità, dimenticando l’insuccesso alle Olimpiadi di Parigi e il tentativo di avvelenamento subito durante la prima traversata. Trudy Ederle è stata una campionessa, una pioniera, un simbolo, un modello: ha demolito record e pregiudizi, sfidando le onde dell’oceano e i più grandi atleti della sua epoca, superando lo scetticismo di chi pensava che lo sport fosse affare da uomini e regalando alle ragazze di tutto il mondo la consapevolezza che tutto era possibile.
Nel 1926 le gonne si portano ancora fin quasi alle caviglie e nessuno pensa che le donne possano mettersi alla prova anche fisicamente, nello sport. Eppure, quello è l’anno di una grande impresa: Trudy Ederle, ventenne americana figlia di immigrati tedeschi, sarà la prima atleta a percorrere a nuoto il Canale della Manica. La ragazza del mare è la storia travolgente di quell’impresa e della ragazza che, compiendola, ha spazzato via secoli di stereotipi di genere, aprendo la strada a generazioni di donne a venire. Una protagonista magnetica, che in queste pagine Glenn Stout ci restituisce vivida, a tutto tondo, completa, sullo sfondo di quei ruggenti anni Venti in cui Trudy Ederle divenne la più famosa donna d’America, prima di ritirarsi per sempre dalla scena pubblica.