Rischio, trasgressione, avventura. E-book

Posted by

Rischio, trasgressione, avventura. E-book


Lingua Italiana!



Rischio, trasgressione, avventura. E-book



La pratica dei divertimenti estremi tra gli adolescenti è un tema spesso relegato alla cronaca, raccontato con toni sensazionalistici e accompagnato da considerazioni allarmiste che influenzano la percezione della sua effettiva diffusione. La lettura delle condotte a rischio tende a riflettere gli stessi cliché solitamente associati alla giovane età dei protagonisti: incoscienza, superficialità, immaturità e, nella migliore delle ipotesi, un malinteso desiderio di integrazione che si traduce anche nell’imitazione di comportamenti e stili di vita pericolosi.
Obiettivo di questo volume, che procede sulla scorta di un testo precedente (Oltre il senso del limite. Giovani e giochi pericolosi, FrancoAngeli 2012), è il tentativo di decostruzione degli stereotipi sulle pratiche a rischio, condotto a partire dalla restituzione della parola ai giovanissimi. Un’indagine realizzata presso alcuni Istituti superiori della città di Roma, su un campione di circa 1.200 studenti di età compresa tra i 14 e i 20 anni, costituisce infatti il punto di partenza per il superamento del carattere di “eccezionalità della notizia”, legato alla rappresentazione mediatica dei giochi pericolosi, e suggerisce spunti per nuove e più documentate interpretazioni di questi comportamenti, in apparenza insensati e in realtà rispondenti a specifiche domande di senso.
All’analisi delle condotte a rischio più note (balconing, binge drinking, choking game, eyeballing, surfing suicide) la trattazione affianca una valutazione della conoscenza, della percezione, dell’esperienza e delle motivazioni di un’idea di divertimento che presuppone la trasgressione di una norma o il superamento di un limite socialmente imposto.

Valeria Giordano, già professore associato presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale di Sapienza Università di Roma, si occupa di tematiche relative all’esperienza della modernità, ai giovani e ai comportamenti a rischio, alla reclusione.

Paola Panarese, professore associato presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale di Sapienza Università di Roma, insegna Pubblicità e strategie di comunicazione integrata e svolge attività didattica e di ricerca in particolare su comunicazione integrata di marketing, giovani e pratiche culturali, genere e media.

Stefania Parisi, PhD, coordina il Centro studi sulla Creatività Urbana presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale di Sapienza Università di Roma. Tra i suoi principali temi di ricerca, media studies; reti, lavoro e capitalismo cognitivo; storia, sociologia e culture della metropoli; movimenti e conflitto.

Indice
Valeria Giordano, Paola Panarese, Stefania Parisi, Introduzione. Stereotipi pericolosi. Le ragioni di uno studio sulla conoscenza e la pratica dei divertimenti estremi tra gli adolescenti
Parte I. Scenario
Valeria Giordano, L’avventura nella modernità
Isabella Mingo, Paola Panarese, Cauti, ignari e spericolati. Percezione ed esperienza dei giochi pericolosi tra i giovani
Carmelo Lombardo, Pasquale di Padova, Enrico Nerli Ballati, Pratiche relazionali e pratiche trasgressive nei contesti dell’azione
Parte II. Focus tematici
Chiara Landi, Giochi alcolici. Giovani, binge drinking e altri divertimenti estremi
Monika Bukat, Cosimo Miraglia, Senza fiato. I giochi d’asfissia tra i giovani capitolini
Luca Massidda, Stefania Parisi, Cappuccetto Rosso e il lupo, Pinocchio e Lucignolo, la mamma e il Grillo parlante. L’esperienza del rischio e del limite nel racconto degli adolescenti
Paola Panarese, Stefania Parisi, Conclusioni. La caduta e l’atterraggio. Considerazioni finali sulla (presunta) attrazione fatale degli adolescenti per il rischio
Appendici
Guido Vitiello, Giochi pericolosi: una ricognizione filmografica
Isabella Mingo, Paola Panarese, Appendice metodologica.